Trasformarsi a Mutonia (RN)

Mutonia

Nei pressi di Santarcangelo di Romagna, un gruppo di artisti anticonsumisti ha trasformato un’ex cava abbandonata in un villaggio e parco di sculture e mostra a cielo aperto.

I Mutoidi esistono e sono tra noi.
Ho scovato il loro campo base nei pressi di Santarcangelo di Romagna, in una ex cava abbandonata vicino al fiume Marecchia. È un luogo incredibile, futuristico, ai confini tra la realtà e la fantascienza, popolato da grandi robot per lo più umanoidi ma non solo. Ne ho visto uno imprigionato dietro una rete che stava cercando di divellere mentre un altro riposava tranquillo sull’erba. Un cane di metallo voleva giocare con un bastone di legno; un mostruoso ragno gigante era pronto a tessere la sua tela. Due enormi cavallucci marini si accingevano a trainare un carro coperto, mansueti ma pronti alla corsa.
Ho visto un drago ed una strana macchina del tempo mentre un feroce dinosauro fletteva il lungo collo metallico al di sopra di un muretto.
MutoniaSono le creature generate dalla fantasia e abilità di un gruppo di artisti che pratica la “mutazione dei rifiuti”, dando ai materiali buttati via da altri una nuova forma.
I Mutoidi trasformano i rottami di ferro, rame, plastica, gomma, lamiere e legno in opere d’arte; non è solo un processo creativo ma un modello di vita libero e anticonsumista.
I Mutoidi vivono nelle roulotte che loro stessi adattano, abbelliscono ed usano anche come laboratori. Si sostengono affittando o vendendo le loro opere e partecipando ad eventi di arte contemporanea, esposizioni, spettacoli pirotecnici e cerimonie. Organizzano manifestazioni di vario genere, che raccontano nella loro pagina facebook. Hanno portato i laboratori dell’arte del riciclo creativo anche nelle scuole.
Sono una comunità internazionale, sparsa in tutto il mondo da quando Joe Rush fondò la Mutoid Waste Company, una compagnia nomade di scultori, performer e attivisti cyberpunk, amanti del rock psichedelico, appassionati delle nuove tecnologie capaci di offrire nuove possibilità e realtà alternative.
Sognatori e ribelli, i Mutoidi girarono per il mondo con i loro camper e camion, portando con sé il loro messaggio di anticonformismo e libertà.
Nel 1990 alcuni di loro giunsero a Santarcangelo di Romagna per partecipare al Festival Internazionale del Teatro in Piazza e scelsero lo spazio di questa ex cava abbandonata come base d’appoggio per preparare il loro spettacolo. Alcuni di loro decisero di rimanere e nacque Mutonia, il loro villaggio.
Furono denunciati per irregolarità dell’insediamento dal punto di vista urbanistico-edilizio ma la Sovrintendenza riconobbe loro la grande ed onerosa opera di riqualificazione dell’area che dal 2014 è vincolata al loro uso.
Oggi Mutonia è il villaggio dove vivono i Mutoidi ma è anche un “parco di sculture e mostra a cielo aperto” nel quale gli Igers di Rimini organizzano visite guidate.
Mutonia è un “luogo in transizione”, che si lascia trasformare dalla storia, dalla natura e dalle idee in movimento e sempre originali dei suoi artisti; tutto ciò la rende un posto unico, capace di stupire e che va rispettato.
Una visita a Mutonia è un’esperienza che riempie di entusiasmo ed insegna che c’è una natura delle cose che va al di là del loro utilizzo; niente è finito per sempre e “cambiare o mutare è l’unico modo per progredire”.

Città Mutonia

Provincia Rimini

Regione Emilia-Romagna

Coordinate GPS 44°3′14″N 12°27′59″E

Come arrivare

In auto: Da Santarcangelo di Romagna. Partendo dallo stadio Valentino Mazzola, seguire la SP49 in direzione sud fino alla rotonda di Via della Gronta. Svoltare a sinistra e seguire le indicazioni per Mutonia, passando per Via Vecchia Marecchia. La distanza è di circa 3 km dallo stadio.
Sul navigatore, come punto di riferimento è possibile usare il seguente indirizzo:
Mutonia – Mutoid Waste Company
Via Calatoio Ponte, 47822 Santarcangelo di Romagna RN

Cosa visitare nei dintorni

– Rimini
– Santarcangelo di Romagna (RN)
Il castello di Azzurrina (RN)

Per saperne di più

Per conoscere meglio i Mutonia ed i Mutoidi, è possibile visitare il sito internet https://www.santarcangelodiromagna.info/mutoid-waste-company/ e consultare la loro pagina Facebook: https://www.facebook.com/ProMutoid/.

Se sei interessato ai borghi degli artisti, potrebbero interessarti anche i seguenti articoli:
– Bussana Vecchia tra sogni e ricordi (IM)
Il respiro di Chemp (AO)

Hits: 23

Condividi

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*