L’acqua di Pogno (NO)

Pogno

A pochi chilometri dal lago d’Orta, Pogno è noto per essere un importante centro di produzione della rubinetteria; dal 2005 è un borgo dipinto ed ha scelto di celebrare l’acqua, fonte di vita e di ricchezza, attraverso l’arte.

Ho visto un sogno ed era fatto d’acqua.
C’era un ombrello aperto, capovolto, talmente grande da poter contenere intere colline verdi ed un laghetto. In cima alle colline sorgevano ridenti paesini, tra i quali mi par di riconoscere Pogno, per i suoi campanili.
Dall’asta dell’ombrello spuntavano rametti sottili, carichi di gemme ed il manico era legato con un nastro colorato che fluttuava nel cielo, attraverso le nuvole, fino ad avvolgere la luna.
PognoDalla tela dell’ombrello usciva un rubinetto, Pogno ne è un importante centro di produzione. Il rubinetto era aperto e vi sgorgava un getto d’acqua fresca e pulita che cadeva a creare il lago d’Orta.
Questo bellissimo murale, opera di Franco Mora, dal 2005 abbellisce Pogno insieme ad un’altra quindicina di opere d’arte che qualificano il borgo novarese come “il paese dei muri dipinti”. Lo annuncia una scritta sulla parete di una torre dell’Enel proprio all’inizio dell’abitato e, nella piazza principale, un tabellone mostra la mappa che traccia il percorso da seguire.
Ecco la parete di un palazzo trasformarsi in un cielo azzurro solcato dai gabbiani in volo sopra il mare mentre una fanciulla, appoggiata al marcapiano, osserva l’orizzonte. Sembra quasi di sentire sulla pelle la brezza marina che agita un panno bianco steso ad una finestra, anch’esso dipinto.
Alla fontana del paese, un gruppo di giovani si è raccolto a raccogliere l’acqua; hanno alle spalle un bellissimo paesaggio lacustre.
PognoUna fanciulla vestita di bianco osserva un pescatore poco lontano; è accovacciata nell’acqua e si tiene la tunica per non farla bagnare.
Brisilda si fa il bagno in una vasca traboccante di schiuma; si insapona maliziosamente una gamba sotto lo sguardo attento di un gruppo di uomini riuniti di fronte a lei.
Un bel pesce colorato e sorridente nuota trainando il suo amico granchio nel parco giochi dedicato ai bambini.
Una goccia d’acqua si fa grembo materno; una mano raccoglie l’acqua fresca che sgorga da un rubinetto aperto; un rubinetto gocciola dentro una boccia trasparente che contiene Pogno, mentre i pesci nuotano liberi al di fuori. Su una parete, la bellezza di Venere è racchiusa in un bicchiere.
PognoCi sono paesaggi lacustri e marini, reali e onirici ad abbellire i muri delle case; il tema è la celebrazione dell’acqua, un omaggio alla vita ed alla rubinetteria, fonte di guadagno locale.
All’inizio erano solo sette i dipinti murali, più un’opera di ceramica, realizzati alla fine di giugno del 2005. In una settimana Pogno si riempì di ponteggi e si animò dell’attività degli artisti e dell’interesse dei pognesi, curiosi ed ospitali.
Nel tempo i murales sono raddoppiati, aggiungendo colore ad un borgo antico che ha da offrire anche scorci suggestivi e bei panorami sul lago d’Orta.

Città Pogno

Provincia Novara

Regione Piemonte

Coordinate GPS 45°45′34″N 8°23′00″E

Come arrivare

Visita il sito del comune di Pogno per avere tutte le informazioni necessarie per raggiungere il borgo: Trasporti – Comune di Pogno

Cosa visitare nei dintorni

– Orta San Giulio;
– Sacro Monte d’Orta, bene UNESCO;
Isola di San Giulio;
Legro, borgo dipinto;
Brolo, il paese di gatti;
– Il Mottarone.

Per saperne di più

Per maggiori informazioni su Pogno è possibile visitare il sito del comune: https://www.comune.pogno.no.it/it-it/vivere-il-comune

Se i borghi dipinti ti incuriosiscono o appassionano, potrebbero interessarti anche altri articoli raccolti nella sezione:
https://www.travel-experience.it/category/arte-racconta-italia/

Hits: 113

Condividi

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*